Blog: http://mariolanfranco.ilcannocchiale.it

Il Cavaliere Dimezzato

L’ibridazione tra il Cavaliere Agilulfo, paladino di Carlo Magno, e il Visconte Medardo di Terralba, è avvenuta ieri, durante la conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri a Milanello.

Se poteva apparire inverosimile, soprattutto per un osservatore straniero, che un premier potesse intrattenere i giornalisti convenuti con lo sfondo degli sponsor di casa, tra una società telefonica e un trasportatore, un’auto di lusso e una marca di birra e perfino sponsorizzato da una "coppia di fatto" come Dolce e Gabbana (pecunia non olet), appare ancora più stravagante che egli si dispiaccia per un provvedimento legislativo opera della maggioranza che lo sostiene e frutto di una mediazione interna al suo partito.

Un Cavaliere Inesistente, che non esiste al di là degli interessi che rappresenta e cessa di esistere non appena si deconcentra dalla sua forza mediatica e un Visconte Dimezzato, diviso a metà, mezzo padrone dispotico e mezzo incontenibile umorista, per farla breve: un Cavaliere Dimezzato.

Pubblicato il 21/7/2010 alle 16.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web